Il divorzio è una guerra all’ultimo sangue e se di mezzo c’è pure un tradimento per il malcapitato di turno non c’è scampo, se poi è uomo è ancora peggio! La Cassazione ha confermato la decisione della Corte di Appello di Milano per la separazione con addebito per una coppia milanese per la violazione dell’obbligo di fedeltà. I fatti risalgono al 2007 ma la Cassazione si è pronunciata solo adesso, a distanza di 10 anni, in pratica la moglie aveva colto in flagrante il tradimento del marito tramite dei messaggi amorosi inviati dall’amante.

Sembra follia ma ad un marito è costato caro – carissimo – il tradimento ai danni nella moglie, si è opposto con battaglie legali ma alla fine a spuntarla è stata la donna. Il matrimonio era traballante, i primi screzi risalgono al 2002 quando c’è stata una riconciliazione, un riavvicinamento e la nascita dell’ultima figlia. In seguito ai tradimenti la coppia si è lasciata definitivamente nel 2007. La coppia è molto benestante, al punto che il marito adesso deve versare duemila euro al mese per il mantenimento della moglie, tremila euro al mese per il mantenimento dei tre figli, oltre tutte le altre spese straordinarie.

via | leggo

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto