Visso, il primo matrimonio dopo il terremoto che ha raso al suolo la città

Visso è uno dei paesini del centro Italia distrutti dal terremoto, qualche giorno fa è stato celebrato il primo matrimonio

Tornano i fiori d’arancio nel paesino di Visso in provincia di Macerata, una delle località distrutte dal terremoto della scorsa estate. Arianna Coletta e Andrea Cocciarelli hanno deciso di sposarsi in questo piccolo paese, nel posto che per loro è casa, la sposa si è presentata fasciata da un bellissimo vestito rosso, mentre invece lo sposo con un classico completo da uomo. La cerimonia si è svolta sul prato nel Municipio provvisorio di Visso, tra le macerie di un paese che vuole tornare a vivere.

Arianna è nata a Visso e lavora in un oleificio di Spoleto, la città di Andrea, che è geometra, vivono a Vallo di Nera, un altro paesino che si trova a 20 km ma che richiede un’ora di macchina per arrivare dato che la strada principale è ancora chiusa. I matrimoni come le nascite sono sempre di buon auspicio, è qualcosa di nuovo che nasce e nei paesi del centro Italia distrutti dallo sciame questi eventi hanno un sapore ancora più particolare. Anche il lancio del riso dopo il fatidico si profuma di speranza ed è davvero magico vedere come l’amore possa avere questi effetti positivi su tutto e tutti.

Le nozze sono state celebrate dal vice sindaco Gianluigi Spiganti Maurizi che ha detto alla sposa:

“Sono commosso, ti ho visto bambina, ragazza, poi donna. Una donna che ha scelto di sposarsi qui. Il sisma ci ha rovinato, ci ha distrutto la vita, ci ha sbattuto fuori di casa. Ma questo è un segno di rinascita per la nostra comunità”.

fonte e foto | cronachemaceratesi