• Amore

La proposta di matrimonio con la realtà virtuale

La prima proposta di matrimonio con la realtà virtuale, per un dolce romanticismo 2.0

Ognuno è geniale a modo suo e questa “genialità” può venire fuori in tanti modi diversi e anche nei momenti più importanti della propria vita! Alex Lackovic è un ragazzo australiano di 25 anni che ha voluto organizzare una sorpresa pazzesca alla sua fidanzata, ha lavorato alla proposta di matrimonio per parecchie settimane per ricreare virtualmente i loro luoghi speciali.

Alex si è messo d’accordo con Zero Latency, il primo posto al mondo in cui è possibile vivere all’interno della realtà virtuale, dove ci si muove come se si fosse in altri luoghi, una sensazione davvero incredibile. Insieme ai tecnici di questa speciale struttura ha disegnato i posti più belli che lui e la fidanzata Kelly hanno vissuto insieme, in modo che lei guardandosi attorno potesse riconoscerli.

Un giorno Alex e Kelly sono andati a Zero Latency con l’idea di trascorrere un giorno all’insegna del divertimento, invece lei si è ritrovata immersa nella realtà virtuale di luoghi che conosceva benissimo. Poi Alex si è inginocchiato e le ha fatto la proposta… a giudicare dalla felicità, dai sorrisi e dagli abbracci la risposta alla fatidica domanda deve essere stata “si”.

Per qualcuno può sembrare triste una proposta così, con un uso massiccio della tecnologia in un momento così romantico, ma per chi se ne intende e adora il mondo tech, non c’è niente di più romantico! In ogni caso Alex ha architettato una sorpresa unica al mondo, ha messo in moto la testa per rendere il momento della proposta di matrimonio indimenticabile. Si è organizzato con il team di Zero Latency ma ha coinvolto anche amici e familiari che erano intorno a loro ad applaudire i futuri sposini.

Chiamatelo pure romanticismo 2.0!

via | futurefive