Sogni di sesso: le differenze tra uomo e donna e un sondaggio

Siamo all'ennesima differenza tra uomini e donne di cui già eravamo a conoscenza, ma che è stata studiata e analizzata nell'ambito di una ricerca di più ampio respiro, uno studio sui sogni, sui loro soggetti, sulle azioni che comportano, su quanto e come si ricordano e sui sentimenti e le sensazioni che suscitano o da cui scaturiscono.

I risultati, in breve, mostrano come soltanto un terzo dei sogni fatti vengano ricordati e come durante il sonno, vengano riprodotti certi movimenti "reali", come salutare, sorridere, parlare o piangere. Frequenti i sentimenti e le sensazioni che rimangono anche al risveglio, come l'impressione di essere felici e sorridere o quella di essere arrabbiati per qualcosa di accaduto nel sogno, o ancora quella di avere paura.

Poi vengono i sogni erotici, che nella maggior parte dei casi lasciano una sorta di eccitazione anche dopo la fine del sogno e che in generale sono espressione di bisogni erotici repressi durante il giorno. Ma la scoperta-non scoperta di questo studio è che a fare questo tipo di sogni sono molto più spesso gli uomini, vuoi perchè hanno un'immaginazione sessuale molto più "carnale", vuoi perchè molte donne si vergognano ad ammettere di sognare situazioni erotiche eccitanti.

E voi lettrici di Pink, che ne pensate? Li fate i sogni erotici? E se sì, siete capaci di ammetterlo senza remore?

Via | Asca

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail