Si nasce femmina se si spegne un gene

Maschio o femmina? Se finora abbiamo creduto che dipendesse dall’assortimento dei cromosomi sessuali XX o XY, o almeno non solo, oggi un gruppo di scienziati del Laboratorio europeo di biologia molecolare (EMBL) di Heidelberg, in Germania, e del Medical Research Council's National Institute for Medical Research (NIMR) di Mill Hill, nel Regno Unito ci spiega che a deciderlo è un gene specifico che si trova su un cromosoma non sessuale, chiamato FOXL2, che se attivo, determina la nascita di un maschietto, mentre se spento darà vita ad una femminuccia.

"Questi risultati –ha spiegato Mathias Treier che ha condotto lo studio poi pubblicato sulla rivista Cell- potranno avere vaste implicazioni nella medicina riproduttiva, come per esempio trattare i disordini di differenziazione sessuale e comprendere meglio i meccanismi della menopausa".

Del gene FOXL2, che si trova su cromosoma non sessuale, già si conosceva l'implicazione nel percorso di generazione della sessualità femminile. Il preciso funzionamento, però, era rimasto fino ad oggi poco definito.

Per capire il meccanismo gli studiosi hanno provato a spegnere questo gene nelle ovaie delle topoline adulte. "Siamo stati sorpresi dai risultati perché ci aspettavamo che le topoline avrebbero smesso di produrre ovociti" –ha detto Treier. Invece, quello che è successo è stato diverso e molto più particolare: "le cellule somatiche che sostengono gli ovociti in via di sviluppo hanno assunto le caratteristiche delle cellule che di solito sostengono lo sviluppo degli spermatozoi, e le cellule che producono gli ormoni che definiscono il genere sessuale da femminili si sono tramutate in maschili".

  • shares
  • Mail