Le sei fasi dell'amore - Parte IV - Collaborazione

(Da cinque a quattordici anni)
Le coppie usano la sicurezza che hanno tratto dalla relazione, e pertanto la maggiore consapevolezza acquisita con l’affermazione del sé, per lanciarsi in progetti di successo all’esterno. Per esempio una svolta nella carriera, un corso di perfezionamento o anche solo nuovi interessi.

Questa è la fase di massimo sostegno offerto dal partner. L’eccitazione e il senso di novità che derivano dal cambiamento vengono introdotti nella relazione e condivisi pienamente.

Durante la fase di collaborazione affidabilità e dipendenza sostituiscono insicurezza e paura per un’eventuale perdita tipica delle fasi precedenti. Secondo lo psicologo, questa è la più difficile delle sei fasi, per cui non deve sorprendere se la durata media di un matrimonio non riuscito negli Usa sia di 11 anni circa.

La chiave del successo in questo momento della storia comune è l’assenza di sentimenti possessivi. Le coppie che riescono ad accordarsi sulla possibilità di collaborare smettono di vivere sempre appiccicate. La distanza aiuta a mantenere vivo l’interesse l’uno per l’altro e riduce al minimo le possibilità di annoiarsi.

Le coppie che si trovano a questo punto del rapporto devono essere sufficientemente generosi da accogliere con gioia i progetti dell’altro e convincersi che, piuttosto che minarla, finiranno per migliorarla.

  • shares
  • Mail