Stalking tra donne: quando la gelosia ti fa perdere la ragione

Si potrà chiamare soltanto più rivalità femminile? Oppure veramente “la gelosia esiste dal momento che la si nomina, poi come un tarlo non ti abbandona più”, fino a farti perdere la ragione, fino a farti perdere la distinzione tra il bene e il male?Fatto sta che da quando lo stalking è diventato reato, vengono a

di olivia

Si potrà chiamare soltanto più rivalità femminile? Oppure veramente “la gelosia esiste dal momento che la si nomina, poi come un tarlo non ti abbandona più”, fino a farti perdere la ragione, fino a farti perdere la distinzione tra il bene e il male?

Fatto sta che da quando lo stalking è diventato reato, vengono a galla storie sempre più sociologicamente interessanti, ma umanamente inquietanti: se infatti il primo accusato di stalking è stato l’uomo nei confronti della donna, se poi la seconda accusata è diventata la donna nei confronti dell’uomo, arriviamo ora anche alla terza imputata, la donna che diventa stalker di un’altra donna. Fino a minacciarla di morte e a tentare di investirla.

E’ successo vicino a Caserta: lei, la stalker, ossessionata dal fatto che l’altra, la vittima, frequentasse il suo ormai ex ragazzo, l’ha perseguitata fino quasi a ucciderla, tormentando anche amici e parenti. Praticamente rendendo impossibile una vita, no anzi, diverse vite. La cosa andava ormai avanti da anni e questo è soltanto un esempio tra i tanti che si potrebbero fare.

Una storia che sa quasi di shakespeariano, dove l’Otello della situazione è diventata donna e la Desdemona perseguitata per fortuna non finisce soffocata nel suo letto. Ma a rimanere soffocata è stata la vita di entrambe queste donne, per diverso tempo, e per diverso tempo continuerà a rimanerlo. Ragazze, la rivalità femminile esiste, non possiamo negarlo ormai, e la gelosia è davvero un tarlo spesso insopportabile: ma la vita è fatta di tante altre passioni, ugualmente forti, ma anche positive. Bisogna riuscire a calibrarle e a volare lontano da chi non ci vuole, e che quindi, davvero non ci merita.

Via | CasertaNews

Foto | Flickr