Il miliardario iraniano Nasser David Khalili espone la sua collezione di smalti all’Hermitage di San Pietroburgo

La straordinaria collezione d’arte islamica del miliardario di origine iraniana – ma residente a Londra – Nasser David Khalili andrà in mostra all’Hermitage di San Pietroburgo, accanto alle collezioni di Caterina de’ Medici. La mostra – che è la quinta di questo livello realizzata a partire dai 25.000 e più pezzi della collezione di Khalili


La straordinaria collezione d’arte islamica del miliardario di origine iraniana – ma residente a Londra – Nasser David Khalili andrà in mostra all’Hermitage di San Pietroburgo, accanto alle collezioni di Caterina de’ Medici.

La mostra – che è la quinta di questo livello realizzata a partire dai 25.000 e più pezzi della collezione di Khalili – sarà incentrata questa volta soprattutto sugli smalti. Il volo da Londra a San Pietroburgo, per il 64enne, è stata una delle missioni più delicate della sua carriera di mecenate e collezionista: trasportare 320 dei suoi 1200 smalti non è stato certo un gioco da ragazzi.

La memoria leggendaria di Khalili gli permette di ricordare, di ogni pezzo, quanto lo ha pagato e quando vale ora. Spesso un valore decuplicato. Un risultato straordinario per uno che si è fatto da solo, e nel giro di pochissimi anni, partendodall’Iran nel 1967, con 750 dollari, senza mai fermarsi. E arrivando ad arricchirsi anche attraverso il mercato dell’arte, spendendo un totale di 650 milioni di dollari in opere d’arte.

Ultime notizie su Mostre

Tutto su Mostre →