Pitti Uomo Gennaio 2015: i viaggi del gentiluomo secondo Caruso, la collezione autunno inverno 2015 2016

L’andata e il ritorno, l’inizio e la fine, la partenza e il rientro. Ritmo, energia, movimento: uno zig zag continuo, è questo simbolo della collezione autunno inverno 2015 2016 Caruso presentata a Pitti Uomo 87. Le immagini sono su Style & Fashion

L’andata e il ritorno, l’inizio e la fine, la partenza e il rientro. Ritmo, energia, movimento: uno zig zag continuo, è questo simbolo della collezione autunno inverno 2015 2016 Caruso presentata a Pitti Uomo 87. Perché l’esistenza stessa è una realtà in mutazione e quindi un viaggio. Dinamismo, coraggio, temerarietà, autenticità. Azione, energia, trasformazione, rinnovamento.

Il gentiluomo Caruso conserva su di sé il segno dei luoghi dove passa e l’impronta delle esperienze che vive. Le silhouettes diventano dinamiche, cambiano volume, si modificano a seconda delle circostanze, rispecchiando questo nuovo stile di vita, dove comfort e funzionalità sono valori imprescindibili dell’abito. Per Caruso, eleganza è sinonimo di personalità. Capi formali e non, per sentirsi sempre a proprio agio. Outfit raffinati sono il risultato di un gioco sapiente di sovrapposizioni. Gli elementi assumono così una nuova identità.

I tessuti diventano vibranti: trame, orditi, disegni, jacquard, assumono nuove tridimensionalità nelle maglie, nelle camice, nel jersey e nei tessuti da drapperia: il tutto per un effetto materico e di profondità. Preziosi, particolari e ricercati.

Sono i colori l’epicentro della collezione: i marroni, gli antracite, i bordeaux, i blu scuri si fondono in un’unica tonalità: il Nuovo Nero Caruso. Ogni capo è creato per durare nel tempo, per essere un compagno di viaggio, per essere accogliente, quasi fosse un amico. I cappotti diventano over per farsi ampi e avvolgenti o sagomati e lunghi. Impreziositi dal collo in pelliccia, usata, nella sera, anche per foderare i lunghi cappotti.

Gli accessori, oggetti che ci appartengono in maniera viscerale, diventano veri e propri feticci e ci parlano del nostro lato più intimo e segreto e del piacere di collezionare, rivelandosi i compagni di viaggio perfetti.

I cappelli ampliano la loro gamma e completano la silhouette. Vero e proprio must have, diventano indispensabili, insieme all’ombrello, l’amico dimenticato, diventa lucido come l’asfalto bagnato. Come sempre grande attenzione alla cravatta e papillon, altri elementi che rendono la silhouette più speciale con punte mozzate, arrotondate e con pon-pon. Ancora gli Esagoni, variazioni sul tema della cravatta. Al collo anche il date-eri, il tipico collare decorativo giapponese, realizzato in cotone e seta stampata. Sempre posto di rilievo alle cinture che si reinventano in dimensioni e materiali fino a creare una nuova cintura bisaccia. Un nuovo oggetto in pelle morbida, dinamico, duttile, adatto a qualsiasi occasione quotidiana.

SEGUITE IL LIVE BLOGGING DAL PITTI UOMO 87 SU TWITTER, FACEBOOK, TUMBLR E INSTAGRAM

SCOPRI QUI TUTTO LO SPECIALE E LE NOVITA’ DI PITTI UOMO 87

54915d20c1b361418812704 (Large)

LEGGI ANCHE

Tendenze moda uomo autunno inverno 2014 2015: lo chic informale di Jacob Cohën, le foto

Tendenze moda uomo primavera estate 2015: il viaggiatore di Pomandère, le foto

Tendenze moda uomo autunno inverno 2014 2015: lo spirito ribelle di Hydrogen, le foto

Tendenze moda uomo autunno inverno 2014 2015: lo sportswear di C.P.Company, le foto

Tendenze moda uomo primavera estate 2015: il lusso sartoriale di President’s, le foto

I Video di Pinkblog

Ultime notizie su Pitti Uomo

Tutto su Pitti Uomo →