Leko Ikea: come è andata a finire?

A qualche giorno dalla segnalazione del lancio sul mercato di Leko, la prima vettura firmata Ikea, siamo tornati a scoprire qualcosa di più sul progetto. Ma cosa abbiamo scoperto? Che i rumors erano assolutamente fondati: Leko, infatti, non è il nome di una macchina quanto quello di un nuovo servizio di car sharing promosso in

di giulia


A qualche giorno dalla segnalazione del lancio sul mercato di Leko, la prima vettura firmata Ikea, siamo tornati a scoprire qualcosa di più sul progetto. Ma cosa abbiamo scoperto? Che i rumors erano assolutamente fondati: Leko, infatti, non è il nome di una macchina quanto quello di un nuovo servizio di car sharing promosso in Francia dal colosso svedese. Per raggiungere un negozio Ikea, certo, ma anche per effettuare spostamenti da una città all’altra del paese.

Una campagna di marketing virale che ha funzionato alla perfezione. Allo stesso tempo, anche una visione alternativa del fare design in senso lato: non relativa alla produzione di oggetti, quanto alla progettazione di attitudini e comportamenti alternativi, questi sì veramente sostenibili.