Da oggi è festa, incontri, sport, concerti, musica, notti folli. Copenhagen ha raccolto lo scettro passato da Montréal e infervora la bellissima città con la seconda edizione dei World Outgames. I numeri sono quelli importanti, perché così come è accaduto nella città quebechese, ad affiancare gli organizzatori ci sono le istituzioni, gli sponsor, l’Ente del Turismo, le organizzazioni e tutte le realtà commerciali glbt.

A partecipare alle manifestazioni sportive, quasi 12 mila partecipanti provenienti da 111 paesi, mentre la città delle biciclette e dell’accoglienza, avrà quasi 600 mila persone che seguiranno non solamente le gare sportive, ma i tanti concerti, le conferenze mondiali contro la discriminazione, la Parata Gay e, naturalmente le lunghe notti insonne in disco e nei tanti locali che si son vestiti a festa per festeggiare l’evento. Anche gli hotel e tutte le strutture ricettive ricevono gli ospiti glbt con riguardo e prezzi adeguati.

Lo slogan degli Outgames 2009 è Love Of Freedom * Freedom Of Love che è anche l’inno ufficiale che sarà eseguito nella cerimonia d’apertura da Annisette, stasera alle 21 ora locale. Come altrove, anche in Italia si sono mobilitate le strutture per aiutare a vivere meglio gli Outgames 2009, come VisitDenmark e Wonderful Copenhagen.

La festa è assicurata e forse per molti un bel pensierino per andare qualche giorno a Copenhagen farà scoprire una città molto gayfriendly, tra le più vivibili e armoniose per le persone glbt. Non mancate di mangiare da Oscar, serviti da splendidi ragazzi mozzafiato, o Le Sommelier, o ancora Bistro Boheme, tanto per citarne alcuni in mezzo ad una marea di altri locali non meno invitanti e “gustosi”. Copehagen non vi darà il tempo di riposare, tante le attrazioni e i divertimenti notturni. Senza dimenticare le bellezze nordiche di gay e lesbiche che incontrerete nelle escursioni notturne. Buon divertimento.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Arte e cultura Leggi tutto