I want your skull

Il teschio evoca innumerevoli suggestioni nell’immaginario collettivo, dal Jolly Roger della bandiera dei pirati fino al più tristemente noto simbolo delle Waffen SS, ha rappresentato da sempre un simbolo attraverso il quale trasmettere forza, invulnerabilità ed incutere paura nel nemico. Dalla fine degli anni 60 un certo tipo di estetica bellica è stata recuperata da


Il teschio evoca innumerevoli suggestioni nell’immaginario collettivo, dal Jolly Roger della bandiera dei pirati fino al più tristemente noto simbolo delle Waffen SS, ha rappresentato da sempre un simbolo attraverso il quale trasmettere forza, invulnerabilità ed incutere paura nel nemico.
Dalla fine degli anni 60 un certo tipo di estetica bellica è stata recuperata da parte di Bande di Bikers e band musicali del circuito Punk e Metal fino ad arrivare ad oggi in cui il teschio sembra essersi completamente liberato di questa aura di morte tanto da divenire una sorta di icona dell’immaginario visivo adolescenziale, con sembianze sempre più “carine” ed ammiccanti.

Questo blog, dal titolo I want your skull presenta una lunga galleria di manufatti artigianali e industriali contenenti il teschio che come molti altri simboli del ventesimo secolo sembra essersi definitivamente liberato da ogni tipo di allusione simbolica e politica in nome di un eclettismo iconoclasta.