Tre morti nel corso per trasformare i gay in “veri uomini”

Shock per la scoperta di tre ragazzi morti in Sudafrica durante un corso per trasformare gay in… uomini veri.

Raymond Buys aveva quindici anni, era sudafricano ed è arrivato in ospedale in condizioni disperate. Aveva un braccio rotto, danni celebrali, ferite e tagli su tutto il corpo. Ha resistito per quattro settimane, in terapia intensiva. Ma il suo corpo non è riuscito a superare questi traumi. Non è stato aggredito da qualche branco omofobo ma ha subito feroci torture e vessazioni in un corso al quale era stato mandato per diventare… un vero uomo.

Adesso, Alex De Koker, 49 anni, è sotto accusa per maltrattamenti di minori, tortura e omicidio colposo insieme al suo socio Michael Erasmus, appena ventenne. Il loro gruppo -Echo Wild Game Rangers- esiste dal 2006. Per 1900 euro, i ragazzi effeminati possono essere “convertiti”. E non è stata l’unica vittima accertata. Insieme a lui, hanno perso la vita anche altri due giovani, Eric Calitz, 18 anni, e Nicolaas Van Der Walt, 19 anni

Solo adesso stanno venendo alla luce atroci dettagli su altre violenze avvenute nel corso degli anni. Tra i testimoni, Gerhard Oostuizen, diciannovenne. Lui ha raccontato di quanto era stato legato al letto senza possibilità di alzarsi per andare in bagno. Inoltre, fu anche costretto a mangiare i propri escrementi.

Lui conosceva l’ultima vittima, Raymond Buys. Ha confessato, un giorno, di aver visto il ragazzo mentre veniva legato ad una sedia, immobilizzato e colpito con una pistola elettrica. In un’altra occasione fu trascinato da un camion, legato. Ma come soni finiti in questo lager i ragazzi? A mandarli è stata la famiglia, come racconta adesso la madre del quindicenne morto al Daily Telegraph:

Ho mandato mio figlio a questo corso per fare di lui un uomo migliore, per dargli un futuro migliore

Nel caso degli altri due ragazzi deceduti, ai genitori fu raccontata un’altra verità: erano vittime di un attacco di cuore. Ma ora sono state svelate le vere cause e le violenze…

Via | Telegraph

I Video di Pinkblog

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →