Bellezza, i consigli dalla Cina

Nel primo secolo dopo Cristo, la storica cinese Ban Zhao incitava le mogli alla remissività, nella sua opera Precetti per le donne [in sette capitoli]. Un volumetto che spiegava al popolo femminile come essere umili, rispettose e profondamente devote ai propri uomini, senza dilungarsi troppo sulla cura del corpo.A qualche secolo di distanza, nel Paese

di

Nel primo secolo dopo Cristo, la storica cinese Ban Zhao incitava le mogli alla remissività, nella sua opera Precetti per le donne [in sette capitoli]. Un volumetto che spiegava al popolo femminile come essere umili, rispettose e profondamente devote ai propri uomini, senza dilungarsi troppo sulla cura del corpo.

A qualche secolo di distanza, nel Paese che più di tutti in questo momento è simbolo di cambiamento e rinnovamento, le conterranee di Ban Zhan hanno iniziato a sviluppare un’idea ben diversa della femminilità, a cominciare dal make up. Stando a Helena Huyuhua, corrispondente dalla Cina per Elle France, infatti, le donne cinesi stanno scoprendo il trucco proprio adesso.

In cima alle preferenze delle ragazze ci sono fondo tinta, mascara e gloss, ossia i prodotti in grado di migliorare l’aspetto fisico pur mantenendo un look naturale. Nelle serate speciali, poi, le ragazze di Pechino e Shanghai ricorrono sempre più spesso alle ciglia finte, che possono essere applicare con 20 euro e durano un mese.


I rossetti preferiti dalle nostre compagne dell’estremo oriente sarebbero quelli dalle tinte delicate come il rosa e il corallo, e il must da avere in ogni beauty è il mascara, usato in quantità industriali.

Non tutte le signore si accontentano di due colpi di blush, però. Anche in Cina la chirurgia estetica si sta sviluppando e sempre più miss ricorrono al bisturi. Tra gli interventi più richiesti: allargamento del naso, degli occhi e sfinamento delle guance. Ossia più o meno il contrario di quello che vorremmo noi. Vuoi vedere che quando il trapianto di faccia sarà finalmente possibile, noi europee chiederemo un viso orientale e vice versa?