La personalità multipla di Barbie attraverso l'arte e la cultura

Barbie arte e cultura

Poveretta, si salva dalla schizofrenia giusto perché è fatta di plastica e sogni. Nessuno di noi ne sarebbe immune attraversando le molteplici personalità che solo Barbie è stata capace di impersonare senza fare una piega e senza una sola ruga nel corso di cinquant'anni.

Vero è che in una donna convivono diverse personalità, spesso (ma non esclusivamente) associate ai ruoli che sono chiamate a svolgere, ma lei ha davvero esagerato: mestieri disparati, carriere brillanti nei campi dello scibile più distanti tra loro ma anche collaborazioni eccellenti da testimonial e musa ispiratrice per stilisti e artisti.

Eppure in un certo senso e pur volendo criticare i canoni di bellezza assurdi e immutabili che ha proposto e imposto nell'arco di molti decenni bisogna riconoscerle che un po' eroina di tutte noi lo è stata e lo è tuttora. Non solo per le bambine che siamo state e per l'ideale di donna che ha voluto rappresentare anche culturalmente, ma pure per questa sua molteplicità e capacità di rinnovarsi, reinventarsi, riproporsi e adattarsi alle situazioni più svariate senza mai subirle ma rimanendo sempre interamente e indubbiamente se stessa. Quale donna non vorrebbe esserne capace?

Via | Refinery29

Barbie arte e cultura
Barbie arte e cultura
Barbie arte e cultura


Barbie arte e cultura
Barbie arte e cultura
Barbie arte e cultura
Barbie arte e cultura

  • shares
  • Mail