Sacrificare la carriera in nome dell'amore: lo fareste?

Lasciare la propria carriera in nome dell'amore: lo fareste? Si parla spesso del grande spirito di sacrificio delle donne. Ma lasciare la propria carriera per amore del partner mi sembra un po' troppo. Può capitare che un giorno vi svegliate e vi rendiate conto che la miglior cosa per voi é 'lui'. C'è chi lo pensa, e ha scelto di vivere in nome dell'amore. Ma capita anche che i rapporti si rompano e la ragazza in questione rimanga senza compagno, ma soprattutto senza più soldi e lavoro. Poi, di questi tempi, sarà dura trovarne un altro. In questa situazione, come non mangiarsi le mani?

E se poi il vostro lui la pensasse diversamente? Le persone sono differenti e hanno differenti priorità. Fin qui siamo nella norma. Ma il problema é quando le priorità dell'uno e dell'altra non coincidono. Quindi, dopo aver organizzato la propria vita in nome dell'amore ci si accorge che 'luomo della nostra vita' ha deciso di dedicare la propria esistenza solo alla carriera senza farsi troppi problemi. In quel caso cosa bisogna fare? Il bello è che c'è chi (innamorata pazza) riesce a capirlo perchè ha preso la decisione più razionale sulla vita e l'amore. In fondo, il cuore, i sentimenti, di lui non era orientati verso i medesimi interessi della partner...

Voi cosa pensate al riguardo? Vale la pena accantonare lavoro e denaro per il proprio 'principe azzurro'? Io proverei a curare la carriera e la sfera sentimentale contemporaneamente, senza togliersi la possibilità di vivere ambedue le esperienze.

foto| Flickr

  • shares
  • Mail