Il corpo immateriale delle città per Franco Purini

«Alla trasposizione dell’idea del corpo umano in quello di edificio si è sostituita all’inizio del Novecento prima l’analogia con la macchina, dando così vita alla nozione di edificio come corpo meccanico, poi quella che ha visto i flussi informazionali proporre l’ossimoro del corpo immateriale, un corpo inteso come puro trascorrere di correnti energetiche» Franco Purini


«Alla trasposizione dell’idea del corpo umano in quello di edificio si è sostituita all’inizio del Novecento prima l’analogia con la macchina, dando così vita alla nozione di edificio come corpo meccanico, poi quella che ha visto i flussi informazionali proporre l’ossimoro del corpo immateriale, un corpo inteso come puro trascorrere di correnti energetiche»

Franco Purini (2009)