India, quote rosa in Parlamento

quote rosa india

Mentre la moderna Svezia con il 40% delle donne nei cda delle aziende si oppone alle quote rosa, in India sta per essere introdotta una clausola per favorire la presenza delle donne al governo: si vuole riservare alle donne una rappresentanza in Parlamento pari ad un terzo dei seggi. La questione delle quote rosa in India è rimasta ferma per 14 anni circa, a causa dell'opposizione di questa o quella fazione politica, unite nell'ostilità alle donne.

Gli analisti sostengono che oggi le quote rose saranno approvate, perché vi è l'appoggio di numerosi partiti della maggioranza e dell'opposizione. Oggi nel Parlamento indiano ci sono 61 donne. Se la legge sulle quote rosa verrà approvata, il 33% dei seggi del Lok Sabha sarà riservato alle donne, e saranno in 181 a rappresentare le donne indiane in Parlamento.

Secondo alcuni in moltissime realtà indiane è difficile trovare donne sufficientemente qualificate per ricoprire la quota stabilita, ed il rischio è che le quote favoriscano candidature dovute a parentele e clientelismi, mentre secondo Amitabh Behar, del National Social Watch Coalition, "le donne indiane possiedono tutte le competenze per diventare membri di un Parlamento al 33%, perché la rivoluzione silenziosa e la discriminazione positiva le ha preparate a ruoli di leadership".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail