Matrimoni impossibili diventano possibili: un uomo sposa il suo cuscino preferito


L'amore è cieco, ma talvolta anche sordo e completamente instupidito. O meglio, a instupidirsi totalmente è spesso la vittima dei dardi di Cupido (a cui francamente in certi casi comprerei degli occhiali belli spessi).

E' il caso di un ragazzo coreano di 28 anni, tale Lee Jin-gyu, che ha sposato con tanto di cerimonia e di prete locale, il suo cuscino preferito, una sorta di bambola a grandezza naturale, vestita con l'abito bianco e decorata con la faccia di un'eroina dei cartoni animati.

Gli amici (sono cuscini anche loro?!?) sostengono che Lee sia ossessionato da questo oggetto inanimato e che se lo porti appresso ovunque vada, pagandogli anche la cena quando va al ristorante. Siamo alla follia pura: la realtà a volte supera talmente l'immaginazione, che racconti come "La bambola gonfiabile" di Joe R. Lansdale non appaiono affatto fantastici.

Quello di Lee non è l'unico caso di amore impossibile sfociato in un matrimonio vero: a novembre scorso un giapponese ha sposato la sua ragazza virtuale, tale Nene Anegasaki; peccato che in questo caso "virtuale" sia paradossalmente sinonimo di "reale": la ragazza infatti è appunto reale soltanto nel gioco Love Plus per Nintendo DS.

Via | Metro.co.uk

  • shares
  • Mail