Porta a spasso un pene gigante, e senza vergogna

A pensarci potrebbe sembrare assurdo: e invece c'è chi si porta appresso un pene gigante ovunque vada. Senza nasconderlo e soprattutto senza vergogna: un gigantesco salsicciotto rosa, che tutto trasmette tranne sensazioni di "durezza" o virilità.

E' l'artista David Livingston a portare a spasso il suo Big Dick, un'opera d'arte itinerante e provocatoria, che lo stesso autore porta in giro per le strade di New York. In un certo senso si tratta di un'opera in qualche modo interattiva, perchè il suo significato intrinseco sta nelle reazioni degli altri.

Il messaggio dell'artista è il seguente: "Nasciamo senza vergogna e sviluppiamo pudore durante la crescita. Voglio indagare le radici psico-sociali di questo fenomeno, con ironia". Ed ecco il pene gigante portato a spasso come un cane.

La provocazione è forte e chiara, e oltre a far sorridere, proprio come nell'intento di David Livingston, fa effettivamente anche riflettere: perchè ci vergogniamo delle nostre pudenda (che non a caso hanno la stessa radice etimologica di "pudore")? E soprattutto: si tratta davvero di vergogna oppure è qualcos'altro? Domani proverò a portarmi in ufficio una vagina gigante: magari dalle reazioni riuscirò ad ottenere delle risposte (anche se conoscendo i colleghi, non saranno probabilmente di alcuna utilità!).

Via | FlashNews

  • shares
  • Mail