Problemi al lavoro? Il miglior antistress è dirlo al capo


Se leggessi l’oroscopo, magari saprei di una qualche nefasta congiunzione astrale a mio danno. Ultimamente mi sento un incrocio tra il ragionier Ugo Fantocci, Betty Suarez, la piccola Fiammiferaia e uno qualsiasi dei tanti schiavi moderni dell’ultimo libro di Beppe Grillo. Per sintetizzare: al lavoro sto da schifo.

Non parlo di Pink, parlo di un ufficio, una scrivania sommersa di carta, una macchinetta del caffè, dei colleghi, un Capo e l’ineluttabile subordinazione che ogni lavoro sub- e parasub-ordinato comporti. Come un faro nella notte il blog dilloalcapo mi appare davanti, refugium peccatorum di tutti i miei prossimi intimi e segreti momenti di miseria quotidiana in cui trovare una valvola di sfogo, un cap(r)o espiatorio che ovviamente non può essere il capo, ma quasi….

Sono ammaliata dal sottotitolo di calco fantozziano, “La corazzata Potëmkin è una cagata pazzesca!” e con empatia estrema leggo in rassegna i messaggi lasciati dagli utenti per i loro capi. E’ una sorta di happening collettivo dove chiunque può lasciare dei post-it virtuali confessando al capo il famoso “rospo in gola”, a volte più di uno...

E’ meraviglioso, mi fa l’effetto di una tavoletta di cioccolato Willy Wonka, sono inebriata dalle comuni sciagure di colleghe/i virtuali, chè sono umana, molto umana e mal comune è un po’ mezzo gaudio. Ci sono messaggi troppo accattivanti per non aderire solidalmente sulla totale fiducia, sentite qua:

"Se avessi voluto fare lo zerbino mi avresti trovato in vendita in ferramenta invece che in una società di selezione"

"Mi piace quella sensazione che mi fai provare quando guardi l'orologio se me ne vado 5 min prima o arrivo 10 min come se fossi l'anticristo. e altrettanto mi piace la disinvoltura con cui mi saluti quando me ne vado con 3 ore di straordinario che fra l'altro non mi pagherai!!"

"Stare al computer, chiuso per ore nel tuo ufficio può essere un buon esempio. Ma sobbalzare, arrossire e spegnere lo schermo quando entra qualcuno lo è un po' meno. Hai notato che alle persone fa schifo stringerti la mano?"

Adesso questa isola “felice” è anche un po’ vostra, amici ma soprattutto amiche di Pink, che sul lavoro rispetto ai colleghi uomini avete il plusvalore di essere chiamate in ballo ogni volta che c'è da fare un caffè per qualcuno. In questa bacheca virtuale potrete deviare il flusso di improperi che trattenete a stento e vi fa mordere la lingua. Trasportatelo direttamente alle dita che scorrono veloci sulla tastiera e “Caro Capo, volevo proprio dirti che…”

  • shares
  • Mail