La Ru486 si è fermata a Bari

ru496 bari

Dopo che due giorni fa la prima donna italiana ha abortito con la pillola Ru486 presso il Policlinico di Bari, il centralino dell'ospedale del Capoluogo pugliese è stato preso d'assalto. Hanno chiamato donne calabresi, campane, lucane, per chiedere informazioni o per prenotare un appuntamento per prendere la pillola abortiva. Insomma, per quanto riguarda tutto il Sud Italia, la Ru486 si è fermata a Bari, primo e unico ospedale in cui è arrivata.

Se al Centro Nord la pillola che fa tanto discutere i salotti della politica è arrivata più o meno in molti dei magazzini degli ospedali, al Sud si trova solo al Policlinico di Bari ed in poche confezioni. Che, date le richieste e le telefonate arrivate al centralino, non basteranno certo né per la Puglia, né per tutto il Sud Italia.

Ora al centralino dell'Ospedale di Bari si stanno attrezzando con una linea dedicata, ed una ostetrica pronta ad informare le donne che chiamano e vogliono sapere se e come poter abortire con la pillola Ru486. E la frequenza delle telefonate è un segno di come e quanto le donne abbiano ben accolto il farmaco, in fondo sono loro a dover abortire, sia l'aborto via pillola o intervento chirurgico.

Mentre il Ministero della Salute ha nominato la Commissione incaricata di vigilare sull'impiego della Ru486 e di stilare le linee guida per la somministrazione del farmaco, nel caso abbiate bisogno di informazioni e siate tra le residenti di Campania, Basilicata, Molise e Calabria, ora sapete che finché le vostre Regioni non decideranno se accogliere o meno la Ru486, al Policlinico di Bari vi risponderanno al telefono.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail