Il Brasile mette al bando i braccialetti del sesso dopo la morte di due ragazzine

braccialetti del sesso

Un braccialetto non è solo un accessorio, non tra le teenager brasiliane almeno, che li indossano per segnalare la loro disponibilità a fare sesso. Ed è così che dei semplici braccialetti colorati diventano messaggeri di sesso, portando violenza e morte tra le ragazzine di 13 e 14 anni. Per questo i braccialetti del sesso sono stati proibiti nelle scuole di Manaus, capitale dell'Amazzonia brasiliana, ed in altri centri minori dove sono state segnalate violenze e stupri.

Fuori dalla scuola, il governo nulla può contro il gioco dei braccialetti diffuso tra gli adolescenti: il ragazzo che riesce a rompere un braccialetto riceve una ricompensa in natura a secondo del colore del braccialetto spezzato. Il viola regala un bacio sulla bocca, chi spezza il blu vince del sesso orale e chi riesce a rompere il nero ottiene un rapporto sessuale completo. Nello stato di Santa Catarina sono stati registrati 14 casi di violenza sessuale in 20 giorni ai danni di ragazzine che indossavano i braccialetti. Il Brasile ha così proibito a tutti gli studenti minorenni di indossare la pulseira do sexo, la serie di braccialetti della violenza, ma studia misure preventive per limitare il fenomeno il più possibile.

I braccialetti del sesso avevano già fatto la loro comparsa, destando sgomento e proteste tra i genitori, già in Norvegia nel 2004 e negli Stati Uniti nel 2009. Sembra assurdo che il solo segnalare la disponibilità a far sesso tramite dei braccialetti ed un gioco tra adolescenti possa portare alla violenza e addirittura alla morte, ma così è. Avete mai sentito parlare dei braccialetti del sesso in Italia? In ogni caso un po' di attenzione preventiva ai polsi delle vostre figlie non farà male.

via | momento24

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail