Cut-out collages di Sarah Bridgland.

Il lavori di carta di Sarah Bridgland, giovane artista inglese, sono micro costruzioni ingegneristiche che ricordano i libri pop-up, nella loro tridimensionalità prorompente. Alla base di questo lavoro c’è una ricerca costante di souvenir e ephemera, tra mercatini e vecchie riviste.In ogni pezzo, unico e irriproducibile, si possono osservare differenti texture, carte appartenenti a epoche

di cuttv


Il lavori di carta di Sarah Bridgland, giovane artista inglese, sono micro costruzioni ingegneristiche che ricordano i libri pop-up, nella loro tridimensionalità prorompente. Alla base di questo lavoro c’è una ricerca costante di souvenir e ephemera, tra mercatini e vecchie riviste.

In ogni pezzo, unico e irriproducibile, si possono osservare differenti texture, carte appartenenti a epoche diverse, lettering stratificati, colori e forme che si ispirano al costruttivismo russo. I suoi oggetti sono paesaggi tipografici, disegni tridimensionali ottenuti attraverso ritagli e cut-out che collezionano e reinventano memorie, accostando frammenti di passati altrui, incollando insieme una storia un po’ vera, un po’ inventata.

Via | Burstoid.com

Sarah Bridgland
Sarah Bridgland Sarah Bridgland Sarah Bridgland