Pantaloni a vita bassa: le pezze ar c**o


La moda impone ormai da tempo jeans e pantaloni a vita bassa, e non possiamo dire di disdegnarli a favore dei pantaloni ascellari della nonna.

Ma, col sopraggiungere della bella stagione, anche le magliette e i top si accorciano, lasciando scoperta una bella fascia di pelle, non soltanto davanti, ma anche dietro. Il risultato? Che quando poco, poco ci muoviamo di qualche millimetro dalla nostra posizione statuaria, per sederci o chinarci, quella sottile linea nera che divide egregiamente le nostre reali chiappe, esce allo scoperto, rivelando il nostro "essere" più intimo e rischiando di metterci in imbarazzo.

Niente paura, ormai anche questo inconveniente è risolvibile senza rinunciare alla moda nè al guardaroba già pieno di nuove proposte: le soluzioni si chiamano Backtacular Ass Patch e sono delle vere e proprie "toppe", solamente che non si applicano ai calzini bucati, bensì proprio sul delizioso incavo fra un gluteo e l'altro, direttamente sulla nuda pelle.

In questo modo vergogna e moda sono entrambe salve; e ci si può anche divertire a scegliere fantasie diverse fra quelle disponibili: farfalle, lampadari, cuori, simboli della pace, e via discorrendo. Come si applicano? Grazie all'adesivo di cui sono dotate; ogni confezione ne contiene due di ricambio e ogni toppa costa intorno ai 15 dollari. Esiste qualcosa di simile in Italia? Il concetto quanto meno esiste da molto tempo, perchè io di pezze ar "c**o" ne sento parlare da parecchio...

  • shares
  • Mail