House 53, la casa di Marcio Kogan, architetto brasiliano

Concepita quasi come un set cinematografico, House 53, la casa dell’architetto Marcio Kogan a San Paolo, crea sicuramente spazi scenografici scintillanti e molto ampi. Una scatola di calcestruzzo, legno e vetro, racchiude un’abitazione da sogno.In sala da pranzo, il lungo tavolo è stato disegnato dal padrone di casa, mentre le lampade che pendono sopra di

di olivia


Concepita quasi come un set cinematografico, House 53, la casa dell’architetto Marcio Kogan a San Paolo, crea sicuramente spazi scenografici scintillanti e molto ampi. Una scatola di calcestruzzo, legno e vetro, racchiude un’abitazione da sogno.

In sala da pranzo, il lungo tavolo è stato disegnato dal padrone di casa, mentre le lampade che pendono sopra di esso sono le Skygarden di Marcel Wanders per Flos. Un mobile lunghissimo, sempre disegnato da Marcio Kogan, accostato alla parete della nicchia, completa l’arredamento per certi versi minimale di questo ambiente, realizzato interamente in legno locale. Nel living le pareti sono rivestite di travertino e divani in pelle di MaxAlto arredano un grande tappeto nepalese.

Pannelli brise soleil semovibili rivestono il perimetro della House 53: sistemati in posizioni diverse, creano scenografie differenti, conferendo all’interno anche giochi di luce particolari.

La cucina è un lungo ambiente, dove mobili ed elettrodomestici disegnati dal padrone di casa, sono resi puliti e ordinati dall’uso dell’acciaio. In camera da letto, due poltrone di design di Charles Eames e il letto disegnato da Marcio Kogan.

Via | AtCasa
La casa di Marcio Kogan La casa di Marcio Kogan La casa di Marcio Kogan La casa di Marcio Kogan La casa di Marcio Kogan La casa di Marcio Kogan La casa di Marcio Kogan