Tesla Roadster: è l’auto elettrica del futuro?

Tesla Motors è un’azienda nata 3 anni fa in California con azionisti e finanziatori d’eccellenza (fra cui spiccano Larry Page e Sergey Brin, padri di Google) con il progetto di lanciare un’auto elettrica con prestazioni da fuoriserie ad emissioni zero. Un progetto top secret da 40 milioni di dollari seguito da 70 persone e centri


Tesla Motors è un’azienda nata 3 anni fa in California con azionisti e finanziatori d’eccellenza (fra cui spiccano Larry Page e Sergey Brin, padri di Google) con il progetto di lanciare un’auto elettrica con prestazioni da fuoriserie ad emissioni zero. Un progetto top secret da 40 milioni di dollari seguito da 70 persone e centri di ricerca sparsi un tutto il mondo.

Martin Eberhard, CEO della Tesla Motors sottolinea come la nuova Tesla Roadster, presentata a giugno a Santa Monica in California (video), sia una macchina elettrica a zero emissioni ma senza compromessi: è una sportiva ad alte prestazioni e dal design curatissimo. Si tenta quindi di sfatare lo stereotipo della macchina elettrica troppo piccola o troppo lenta. Stiamo parlando di un’auto dalle performance eccellenti, velocità massima 200 km/h, da 0 a 100 in 4 secondi.


Tesla Roadster ha un corpo in fibra di carbonio progettato e sviluppato in collaborazione con Lotus. L’azienda Califorinana, il cui motto è “Burn Rubber, Not Gasoline”, promette che sarà “efficiente più del doppio delle migliori attuali macchine”.


La consegna dei primi modelli è prevista negli USA a partire da luglio 2007. Attraverso il sito della Tesla Motors è possibile prenotare la propria Tesla Roadster con consegna prevista, visto le numerose richieste, per Febbraio 2008 con un anticipo di 50.000$. Il prezzo totale per il modello base si aggira sui 90.000$.

Non siamo ancora arrivati la dove Nikola Tesla, considerato uno dei più importanti inventori della storia, giunse nel lontano 1931, quando realizzò una macchina elettrica dotata di antenna in grado di sfruttare l’energia dei campi magnetici naturali che circondano il globo. Le intenzioni però sembrano delle migliori.

Finalmente qualcosa si muove nella direzione giusta?