Fly Pink, volare in rosa

A partire da agosto, nel mondo delle compagnie aeree, sarà in volo una nuova flotta tutta in rosa. Si chiama Fly Pink e ha scelto le donne come suo unico target da ricoprire di coccole ed attenzioni. Gli aerei della flotta saranno riconoscibili all’atterraggio perchè dipinti di rosa. A bordo dei velivoli le viaggiatrici potranno

A partire da agosto, nel mondo delle compagnie aeree, sarà in volo una nuova flotta tutta in rosa.
Si chiama Fly Pink e ha scelto le donne come suo unico target da ricoprire di coccole ed attenzioni. Gli aerei della flotta saranno riconoscibili all’atterraggio perchè dipinti di rosa. A bordo dei velivoli le viaggiatrici potranno sorseggiare champagne rosè e godere di servizi di manicure gratuiti. I piatti serviti a bordo saranno gradevoli al palato e alla vista e rigorosamente rispettosi della linea delle passeggere.

Anche le destinazioni di Fly Pink sono pensate al femminile: i voli copriranno le grandi capitali dello shopping e della moda internazionale. Il primo volo partirà dall’aeroporto John Lennon di Liverpool verso Parigi, ma entro la fine dell’anno entreranno nel circuito Fly Pink anche Milano e New York.

Sugli aerei rosa ci sarà il volto di una giovane cantante sconosciuta, Laura Critchley, identificata come icona del target di Fly Pink: frizzante, simpatica e di talento.

Per quanto riguarda i prezzi dei voli in rosa, a giudicare dai servizi citati, si prospettano come un’offerta costosa pensata per donne disposte ad attraversare l’oceano pur di fare shopping, senza badare a spese.

Aldilà dell’offerta economica l’iniziativa mi sembra interessante e mi chiedo se possa servire a destare l’attenzione sulla donna viaggiatrice, al fine di poter avere comfort all’interno di ogni aereo – servizi igienici, donne incinte – indipendentemente dalla tonalità di rosa.

E voi cosa ne pensate? Volereste su Fly Pink per fare Shopping? Avete altre informazioni su questa compagnia o su iniziative simili?

via| Guardian