Video-ricette di cucina greca a casa Theodoulou

Avete visto “Il mio grosso grasso matrimonio greco” e vi è venuta fame solo a sentire parlare di mousakàs, giouvétsi e souvlákia? Se vi sentite pronte ad osare di più che impiattare l’insalata greca preconfezionata dell’Esselunga, allora il video che sto per mostrarvi fa proprio per voi. Non solo imparerete a cucinare piatti tradizionali della

Avete visto “Il mio grosso grasso matrimonio greco” e vi è venuta fame solo a sentire parlare di mousakàs, giouvétsi e souvlákia? Se vi sentite pronte ad osare di più che impiattare l’insalata greca preconfezionata dell’Esselunga, allora il video che sto per mostrarvi fa proprio per voi. Non solo imparerete a cucinare piatti tradizionali della cucina greca, ma, credetemi, vi farete anche delle grosse grasse risate greche.

Andreas e Christina Theodoulou, protagonisti di questo video, sono una coppia di arzilli pensionati greci, a cui non manca l’amore per la cucina e un gran senso dell’ironia. Da anni vivono in Inghilterra ma a quanto pare, oltre che alla cucina inglese, non sono riusciti ad abituarsi troppo nemmeno alla pronuncia, che nel loro caso ricorda tanto quella di Zorba il greco.

Ripresi dal figlio Ortodoxos, che ha curato la regia dei video che ha poi diffuso su Youtube (3 su lezioni di cucina e un quarto su come giocare a Backgammon), in termini culinario-mediatico nostrani i due coniugi sono meglio di un concentrato degli schiamazzi tra Bigazzi e Annina de “La prova del Cuoco”, i soffritti di Wilma de Angelis, Gianfranco Vissani che bistratta Paolo Brosio, Casa Vianello ed il Davide Mengacci delle migliori occasioni, in estatica ammirazione davanti all’apparizione del beato caciocavallo Silano.

Tra un bisticcio e l’altro, battute e mazzate, chiodi volanti, kung-fu, “gioielli di famiglia” che vanno in frantumi i due vi portano un angolo di Grecia in cucina, tra profumi di carne, menta, spezie e cannella. Alla fine della preparazione, a piatto ultimato, torna a regnare l’armonia, come solo 50 anni di matrimonio sanno assicurare.

In fondo, se ci pensate, la cucina è un’ottima metafora del matrimonio: dati gli ingredienti, uguali per tutti, non si assicura il medesimo risultato. Ciascuno farà delle polpette di carne diverse, qualcuno orribili, senza speranza; qualcun altro deliziose alla prima, qualcun altro ci sta ancora lavorando mentre c’è chi ha abbandonato la ricetta. E io vi consiglio di guardarvi tutti e 3 i video della coppia Theodoulou, partendo proprio da questo sulle polpette di carne, poi gli involtini in foglie di vite e infine il Fajin.

Assolutamente imperdibili per imparare a cucinare a suon di sirtaki, vedere la beloving wife che vorreste diventare e il marito che vorreste sottomettere a pelare cipolle. Perché l’amore non profuma solo di rose e fiori d’arancio, ma anche di soffritto e polpette speziate, o no?

Via | Haisentito?

Ultime notizie su Alimentazione

Tutto su Alimentazione →