Gaygamer.net: un sito per ragazzi che amano i joystick

Per “la Stampa”, Ivan Fulco ha intervistato Flynn De Marco, fondatore del blog gaygamer.net; un sito, come recita il sottotitolo, per ragazzi a cui piacciono i ragazzi che amano i joystick.Come racconta lo stesso Flynn, meglio conosciuto dai suoi lettori con il nickname Fruite Brute, i gay percepiscono i videogiochi diversamente dagli eterosessuali. “Io –

Per “la Stampa”, Ivan Fulco ha intervistato Flynn De Marco, fondatore del blog gaygamer.net; un sito, come recita il sottotitolo, per ragazzi a cui piacciono i ragazzi che amano i joystick.

Come racconta lo stesso Flynn, meglio conosciuto dai suoi lettori con il nickname Fruite Brute, i gay percepiscono i videogiochi diversamente dagli eterosessuali.
“Io – racconta Flynn – posso divertirmi a giocare Dead Rising non solo perché mi piacciono i survival horror, ma anche perché penso che Frank West sia un bel pezzo di figliolo. Credo – prosegue il fondatore di gayamer.net – che un videogiocatore etero medio non tragga lo stesso piacere di un giocatore gay a far vestire Frank da donna e a fargli prendere a borsettate gli zombie. Sul nostro sito teniamo in considerazione questi fattori quando parliamo di videogiochi: ciò che noi omosessuali vediamo in un gioco e che gli altri non vedono”.

Ancora per poco. Secondo Flynn l’industria dei videogame sta cominciando a capire che i giocatori gay sono un buon target di mercato.

L’intera intervista la trovate qui su la stampa.it.