I have a dream: la piastra senza fili

Su un cocchio trainato da scapigliati cavalli bianchi arriva in trionfo la piastra senza fili. Se i tuoi capelli sono talmente ribelli che bisognerebbe fare una pubblicità progresso finanziata dal ministero per dargli una calmata, talmente ribelli che le onde dell’Atlantico in confronto sono debole risacca, talmente ribelli che quando piove sembri Tina Turner che

Su un cocchio trainato da scapigliati cavalli bianchi arriva in trionfo la piastra senza fili.

Se i tuoi capelli sono talmente ribelli che bisognerebbe fare una pubblicità progresso finanziata dal ministero per dargli una calmata, talmente ribelli che le onde dell’Atlantico in confronto sono debole risacca, talmente ribelli che quando piove sembri Tina Turner che aspetta l’autobus fuori dal palazzetto dello sport dopo tre ore di concerto, allora non ti basta la solita piastra, devi possedere anche il modello cordless, per emergenze out door.

Tempo fa avevo chiesto a un rivenditore dove potevo trovare un attrezzo del genere ma mi era stato risposto che le piastre consumano così tanto che è impossibile ottenere un’autonomia di carica ragionevole.

piastra senza filiInfatti ho vissuto gli ultimi dieci anni monitorando le prese di corrente non appena entravo nel bagno comune degli ostelli o in una stanza d’albergo. Ho fuso per sovraccarico gli impianti elettrici di bungalow africani e vecchie case, ho attaccato la piastra di nascosto in tutte le camere dei miei fidanzati, entrando riccia e uscendo liscia senza dare ulteriori spiegazioni.

Questo modello by Sephora sembra avere tutti i requisiti per risolvere in parte i nostri problemi. Ovviamente la carica non è eterna ma per un weekend in campeggio basta e avanza. Forse un giorno, grazie ai distributori automatici di piastre e un colpetto con quella senza fili riusciremo a tornare a casa coerenti con l’immagine di partenza.

Ultime notizie su Gadget

Tutto su Gadget →