I matrimoni gay sono legge a Washington

Dopo un passo indietro, un altro passo avanti per la comunità lgbt americana. Lo stato La città di Washington ha approvato definitivamente la legge che autorizza i matrimoni fra persone dello stesso sesso.Con 11 sì e 2 soli no, il Consiglio di Washington DC ha dato il via libera finale al Religious Freedom and Civil

di



Dopo un passo indietro, un altro passo avanti per la comunità lgbt americana. Lo stato La città di Washington ha approvato definitivamente la legge che autorizza i matrimoni fra persone dello stesso sesso.

Con 11 sì e 2 soli no, il Consiglio di Washington DC ha dato il via libera finale al Religious Freedom and Civil Marriage Equality Amendment Act, che autorizza le coppie dello stesso sesso a sposarsi, mentre consente ai ministri di culto di non celebrare unioni di questo tipo.

Ciononostante molte autorità religiose, in primis i vescovi cattolici, si sono opposte con durezza all’iniziativa, che però è ormai arrivata in porto: manca solo la firma del sindaco, Adrian M Fenty, che ha già annunciato il proprio sì. Dopo la firma passeranno altri 30 giorni, per il Congressional review period, e a quel punto la legge entrerà in vigore.

Cinque stati Usa – Massachusetts, Connecticut, Iowa, Vermont e New Hampshire (dal 1° gennaio 2010) – hanno introdotto il matrimonio fra persone dello stesso sesso; New York riconosce le nozze celebrate altrove; altri cinque stati – California, New Jersey, Oregon, Washington e Nevada – danno diritti equivalenti al matrimonio, ma attraverso forme diverse di unione civile.