Libri per ragazze. Ti voglio vivere di Rossella Rasulo

Copertina del libroDopo avervi consigliato Luna, ecco che mi ritrovo alle prese con un altro volume di narrativa Young Adults: Ti voglio vivere di Rossella Rasulo, edito da Mondadori.

Mel e Simona sono amiche per la pelle, completamente diverse l'una dall'altra sia fisicamente che caratterialmente e proprio per questo complementari. Si sono sempre spalleggiate nei momenti difficili, ma una vera amicizia può dirsi tale solo se supera la prova del fuoco. Così un giorno Mel, che vive una vita segreta ai più e la trascrive su di un blog con lo pseudonimo di Queen Bee, si ritroverà innamorata del ragazzo di Simona.

Il romanzo affronta le tematiche tipiche degli adolescenti: l'amore, l'immagine di sé, il rapporto con gli adulti e con la scuola. Non lo fa mai, però, in modo melenso e scontato. Non è scontato neanche il finale né il luogo di ritrovo dei ragazzi e non è scontata la descrizione del rapporto che i personaggi della storia hanno con la rete e con i cellulari. Analizzando anche solo il modo in cui comunicano le protagoniste con i loro amici si potrebbe tracciare un quadro di come cambiano le generazioni e di come la tecnologia stia influenzando e modificando i rapporti tra la gente.

Rispetto ai romanzi destinati agli adolescenti che si trovano in giro, quello di Rossella Rasulo ci presenta personaggi con una forte personalità, non scialbi. Sono rimasta molto colpita dal rapporto che Mel ha con Roberto, di cui qui non vi dirò niente per non rovinarvi la storia, e forse mi sarebbe piaciuto saperne un po' di più. Ma nella vita vera non ci viene dato sempre il tempo di capire o di amare come avremmo voluto.

Infine, sono sicura che Ti voglio vivere piacerà moltissimo alla mia vicina di casa diciassettenne, anche se, ad essere sincera, non so quanto davvero un'adolescente possa cogliere la magia e le suggestioni della Casina delle civette di Villa Torlonia, a Roma. Se non ci siete mai stati è ora di fare una capatina. Io me ne sono innamorata, ma avevo già trent'anni.

Vi lascio con una citazione, come al solito, ma, se volete, sul sito della Mondadori potete leggere per intero il primo capitolo del romanzo. Se poi siete curiosi di conoscere Rossella Rasulo, classe 1980, potete curiosare nel suo blog Ninna.it e in quello di Queen Bee Sedotta e abbandonata.

Quello che ti fa riconsiderare tutto

Cari spioni,
restate pure tranquilli e sereni. Non sto parlando del folle amore.
La vostra Queen Bee non è innamorata ma disamorata. Buffo come poche lettere cambino completamente il senso di una parola. Io getto la spugna, almeno per ora, perché voi uomini siete inaffidabili, bugiardi e indiscutibilmente codardi. Ogni volta che vi capita una cosa bella, provate a distruggerla. Ogni volta che una ragazza vi concede il suo amore e il suo corpo, passate ad altro come se tutto il resto fosse stato solo un sorso di acqua fresca. Qui non si tratta più della disavventura comica. Qui si tratta della vostra incapacità di essere onesti, prima di tutto con voi stessi. Dite che noi donne siamo quelle complicate. Fatevi un esame di coscienza prima di pensarlo ancora.

Con sentito disprezzo

Queen Bee

  • shares
  • Mail