Donne cattive: arrestata per minacce rivolte a se stessa

A leggere questo titolo, sembra che si stia parlando di una pazza completa. Invece la realtà è tutt'altra: tale Jeanne Mundango Manunga è una donna californiana di 25 anni, arrestata per essersi scritta da sola decine di terribili sms minatori.

Perchè non è una pazza? Perchè Jeanne non ha fatto nulla a sproposito: il suo obiettivo era preciso, la ragazza voleva intenzionalmente far arrestare la sorella e l'ex fidanzato. Dopo aver acquistato un cellulare a nome della sorella, ha cominciato a denunciare alla polizia strani sms che le mettevano paura, indicando i possibili autori alle forze dell'ordine.

Ora la truffa è stata scoperta e Jeanne è in carcere, mentre la sorella e l'ex fidanzato, già arrestati diverse volte per effetto delle denunce di Jeanne, sono stati finalmente scagionati. Certo, non si tratta di una donna che ha compiuto gesti eclatanti e sanguinosi, come quelli della nostra classifica delle donne più cattive di sempre, ma la sottile meschinità di Jeanne merita davvero di annoverarla fra le donne cattive.

Oppure pensate che abbia fatto bene? Perchè è ragionevole pensare che la sua vendetta nasconda probabilmente una storia tra la sorella e l'ex fidanzato che lei proprio non riusciva a mandare giù. Soltanto che, per quanta amarezza Jeanne poteva avere nel cuore, un gesto del genere continua a sembrarmi piuttosto orribile. O forse squilibrato, quasi come una forma distorta di stalking.

Via | Cnet

  • shares
  • Mail