Manuale di sesso per adolescenti: Sesso Under 18 di Roberta Giommi.

Titolo del libro
Come promesso, eccomi qui a parlarvi di un non-manuale che risponde alle curiosità degli adolescenti sul sesso. Si intitola Sesso under 18 e lo ha scritto, per la Sperling & Kupfer, Roberta Giommi, psicoterapeuta, esperta di sessualità, che ha raccolto tutte le domande che i giovanissimi le hanno rivolto in una serie di incontri nelle scuole medie e superiori.

Perché non-manuale? Perché il libro non è la solita predica non richiesta sulle precauzioni da prendere quando si fa sesso. Non parte dalla voglia di parlare di un adulto, ma dalla voglia di capire dei ragazzi. Si parte da domande che riguardano le mestruazioni, la prima erezione, i baci, si prosegue con domande sulle malattie sessualmente trasmesse, la contraccezione, l'omosessualità, l'orgasmo.

C'è un bellissimo capitolo sul bacio, ci sono domande che riguardano le emozioni, le pressioni esterne, la perdita della verginità. E' molto difficile, insomma, che un adolescente non trovi risposta ad uno qualsiasi dei suoi dubbi.

A chi consiglio questo testo? Naturalmente a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno bisogno di informazioni sul sesso. Lasciate perdere i si dice, le leggende metropolitane e le ricerche su Google. Qui c'è tutto quello che volete sapere, quelle informazioni che vi consentiranno di farvi un'idea corretta di cosa siano la sessualità e il sesso.

Anche noi adulti, però, dovremmo tenerne una copia a portata di mano. Ci servirà per capire meglio i nostri figli o fratelli minori, per dare risposte corrette, per imparare ad ascoltare. Io lo abbinerei al romanzo La nostra prima volta, che ci fa tornare indietro a quelle emozioni e insicurezze che abbiamo dimenticato, ma che hanno fatto parte anche della nostra adolescenza.

Libri come questi andrebbero diffusi, promossi, magari letti a scuola. Mi rendo conto che si tratta di un'utopia e che molti, non dico tutti, griderebbero allo scandalo. Meglio uno scandalo oggi, però, che un comportamento sessuale scorretto e pericoloso negli anni a venire. Non credete?

  • shares
  • Mail