‘Dalì il genio’, sculture e grafiche al Castello di Otranto

Si apre venerdì 27 maggio (h 18) al Castello Aragonese di Otranto, Dalì il Genio, un allestimento a cura di Alice Devecchi, che porta in Salento 60 lavori del maestro del surrealismo, proseguendo, dopo Mirò e Picasso, l’approfondimento sui grandi maestri spagnoli. Tra le opere in mostra spiccano sei sculture originali in bronzo, tra le

di lorenzo


Si apre venerdì 27 maggio (h 18) al Castello Aragonese di Otranto, Dalì il Genio, un allestimento a cura di Alice Devecchi, che porta in Salento 60 lavori del maestro del surrealismo, proseguendo, dopo Mirò e Picasso, l’approfondimento sui grandi maestri spagnoli.

Tra le opere in mostra spiccano sei sculture originali in bronzo, tra le quali Elefante cosmico (120 x 90 x 350 cm), Perseo, Hombre Sobre Delfin, Trajano a Caballo, Mujer Desnuda, Mujer con Faldas, a cui si affiancano molte grafiche. Le incisioni originali de Il Castello di Otranto, le Fiabe Giapponesi, Tristano e Isotta e gli Amours Jaunes.

Una piccola grande mostra, in cui il maestro catalano viene accompagnato da alcuni artisti contemporanei. Nella sezione OltreDalì, a cura di Raffaela Zizzari, opere di Monica Righi, Pasquale Pitardi, Marino Ficola, Luigi Orione Amato, Gufram, Romano Alcide Rizzo e Massimo Pasca.

\’Dalì il genio\’, sculture e grafiche al Castello di Otranto
\'Dalì il genio\', sculture e grafiche al Castello di Otranto
\'Dalì il genio\', sculture e grafiche al Castello di Otranto
\'Dalì il genio\', sculture e grafiche al Castello di Otranto
\'Dalì il genio\', sculture e grafiche al Castello di Otranto