Il parco erotico di Playboy

La notizia è di quelle che fanno alzare il sopracciglio. Pur volendo evitare polemiche tardo-femministe o posizioni da bacchettona, mi viene da chiedermi se fosse proprio qualcosa di cui si sentiva la mancanza, un parco erotico ispirato a Playboy. Evidentemente qualcuno la mancanza la sentiva, visto che entro il 2009 il sogno di tutti i

di fritha

La notizia è di quelle che fanno alzare il sopracciglio. Pur volendo evitare polemiche tardo-femministe o posizioni da bacchettona, mi viene da chiedermi se fosse proprio qualcosa di cui si sentiva la mancanza, un parco erotico ispirato a Playboy.

Evidentemente qualcuno la mancanza la sentiva, visto che entro il 2009 il sogno di tutti i maschietti diventerà realtà. E che realtà.

L’annuncio è fresco di agenzia di stampa, pubblicato da Forbes e da Reuters proprio in questi giorni, e riguarda la prossima apertura di un parco tematico dalle dimensioni strabilianti interamente dedicato al sesso. Ispiratore, naturalmente, il padre di tutte le conigliette del mondo, Hugh Hefner.

40.000 metri quadrati, resort di lusso, negozi, ristoranti e una villa-hotel dedicata proprio a Hefner, per il Playboy Macao Mansion, questo il nome del parco erotico. A Macao, naturalmente. E precisamente qui.

Non basta. Pare che si voglia persino replicare l’esperienza aprendo un club esclusivo a Londra, dopo quello inaugurato a Las Vegas alla fine dello scorso anno.

Direi che il buon vecchio Hugh stia vivendo un nuovo momento di gloria, considerando anche la recente notizia di un film sulla sua vita.

Voi che ne pensate?