Le donne diventano flexisexual

flexisexualC’è da confondersi: già è difficile – e spesso anche inutile – insistere con categorie rigide che tentano di incatenare orientamenti sessuali e preferenze personali che in quanto tali sfuggono alle classificazioni. Poi ci si mettono anche le definizioni ambigue che tentano di definire l’evoluzione, per sua stessa natura mobile e multiforme, degli orientamenti generali. Per farla breve, dopo i metrosexual, preparatevi all’invasione delle flexisexual.

La definizione viene dal Regno Unito, precisamente dal Daily Mail che ha annunciato l’avvento di questo nuovo orientamento definito come la tendenza di molte donne etero a giocare con un atteggiamento di ambiguità che sfiora la bisessualità e qualche volta l’accoglie esplicitamente. Si ricordano sul giornale il celebre bacio di Madonna e Britney Spears, certe dichiarazioni esplicite di Katy Perry e Lindsay Lohan, alcuni comportamenti di Drew Barrymore.

In definitiva si rimette in gioco la propria identità sessuale. Non si tratta però di una vera novità. Già in altri ambiti la terminologia con il suffisso “flexi” era apparsa relativamente all’uso della lingua (flexilingual), all’approccio al cibo (flexitarian: vegetariani che mangiano carne senza additivi). L’Urban Dictionary accoglie il termine flexisexual addirittura nel 2008. A dimostrazione del fatto che non s’è inventato nulla di nuovo?

Via | Jezebel

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail