La formula magica dei tacchi alti



Quante volte ci siamo trovate lì lì a decidere se uscire oppure no perché la stanchezza era tanta ed i tacchi un impegno troppo grande per le nostre condizioni fisiche?

Secondo uno studio del professor Paul Stevenson e il suo team dell’Institute of Physics di Londra di qualche tempo fa, ciascuna donna potrà smettere di soffrire, perché attraverso una formula matematica riuscirà a scoprire qual è il tacco più adatto alle sue condizioni fisiche rimanendo in perfetto equilibrio senza assomigliare ad una papera.

La preziosa equazione matematica tiene conto dell’altezza della donna e di un curiosissimo fattore "Q", che riguarda eleganza, valore della scarpa e diverse variabili sociologiche. In conclusione, per sapere quanto in alto potete arrivare senza rovinarvi piedi e serata potete misurarvi con questa equazione: H = Qx(12+3 S/8)

"H" è l'altezza massima del tacco, "S" è il numero della scarpa e quindi la misura della base di appoggio. "Q" è il fattore sociologico, ed equivale a:

P x (Y+9) x L, diviso per (T+1) x (A+1) x (Y+10) x (L+20)


    "P" misura la probabilità che le vostre scarpe facciano girare la testa agli uomini, ed è un numero decimale che va da 0 a 1


    "Y" indica la vostra esperienza con i tacchi alti: più siete abituate a usarle meno faticherete


    "L" riguarda il costo delle scarpe: più sono care, più sarete disposte a soffrire


    "T" indica l'età della scarpa: quanti mesi sono passati da quando era di moda?


    "A" è un valore compreso fra 0 e 1, misura i bicchieri di alcol che berrete sui vostri tacchi (il rischio di cadere è direttamente proporzionale)

Potete divertirvi a risolvere questa utilissima equazione oppure potete avvalervi di un altro metodo di matematica creativa: un algoritmo tutto italiano, elaborato dal professor Gianfranco Bo, nel quale basterà inserire i propri dati in una tabella online per ottenere immediatamente il risultato che vi permetterà di sapere se è il caso di portare tacchi oppure no.

  • shares
  • Mail