Sondaggio: il sesso all'inizio di una relazione ne compromette la durata?


Se ogni tanto non uscisse l'ennesimo studio sociologico su cosa sia meglio o peggio fare, non avremmo interessanti spunti di riflessione su cui interrogarci. Il "Grazie" di oggi va alla Brigham Young University's School of Family Life che pubblica uno studio per cui le coppie che fanno sesso relativamente presto (ad es. al primo appuntamento o nei primi mesi di frequentazione) hanno più possibilità di lasciarsi in confronto a cui aspetta a fare sesso dopo il matrimonio o più avanti rispetto all'inizio della relazione.

Il motivo? Secondo il ricercatore Dean Busby nelle coppie che fanno sesso subito si raggiunge in poco tempo una sorta di "traguardo" della relazione: questo compromette la capacità di fare scelte giuste, mentre rallentare il momento in cui si arriverà a fare sesso renderà la relazione più soddisfacente e stabile nel tempo.

Al di là dell' universalità o meno dello studio, che tiene conto di un campione di coppie eterosessuali di riferimento, secondo la vostra esperienza, quanto c'è di vero e quanto no in questo anticipare o ritardare la scoperta del sesso in una relazione?


Foto | Flickr
Via | Jezebel
  • shares
  • Mail