Riordinare il guardaroba nell'era moderna, con creatività, saldi e StyleDiary

Sono assolutamente convinta che i due momenti fondamentali dell'anno in cui il guardaroba va necessariamente rivisto, non siano tanto quelli del cambio di stagione, quanto quelli a ridosso dei saldi: è pur vero che il nostro armadio è un elemento eternamente in progress e che necessita costantemente di monitoraggi, ma fare un po' di spazio in preparazione di un sano shopping quando i capi costano meno, è quasi un obbligo per chi ama cambiarsi spesso d'abito.

In fondo, anche se non siamo fashionistas attentissime, a tutte noi piace acquistare abiti nuovi, mentre tra quelli degli anni precedenti, soltanto alcuni ci rimangono nel cuore: tanto vale dunque prepararsi ai saldi, facendo una cernita di ciò che potremmo mettere ancora e di ciò che invece non mettiamo più. In aiuto ci possono venire il nostro personale gusto e anche quello di qualche amica, che possiamo invitare a casa per un tè e per farci consigliare proprio sui capi da tenere. Le buone azioni poi non si contano: facciamo posto nell'armadio agli imminenti nuovi arrivi; regaliamo qualche vestito ancora in buone condizioni alla Parrocchia; buttiamo negli appositi contenitori gli abiti messi proprio male, contribuendo alla raccolta differenziata.

Conclusa questa operazione di recupero di spazio e di look, una volta finiti gli acquisti nel periodo dei saldi, come organizzare il guardaroba in modo che sia pratico e veloce da usare, in modo che tutto sia a portata di mano, in modo che, anche se siamo di fretta al mattino, riusciamo a scegliere il completo giusto senza sbagliare un colpo?

Su CollegeFashion ho trovato un suggerimento davvero molto interessante e per certi versi divertente: innanzitutto occorre perdere un po' di tempo per creare completi con gli abiti che abbiamo scelto di tenere e con quelli nuovi, per capire quante e quali combinazioni abbiamo a disposizione; il passo successivo è quello di provarle tutte e scattarci delle fotografie, da tenere in un album personale e da sfogliare al volo quando ci serve un'idea efficace per qualunque occasione. Ovviamente i capi devono poi essere sistemati nell'armadio per tipologia, per essere ritrovati in fretta.

L'alternativa moderna, utile e anche molto divertente al book fotografico personale, è StyleDiary, un sito dove è possibile tenere traccia di un "diario" fotografico del proprio guardaroba, ma visibile a tutti: in questo caso non solo possiamo tenere sotto controllo i nostri nuovi acquisti, o quelli che stiamo per fare (ci si può fotografare nelle cabine di prova dei negozi, per capire con calma se i capi che ci sono piaciuti sul manichino davvero ci stanno bene ed eventalmente tornare a comprarli), ma possiamo anche ricevere opinioni dagli altri utenti, per avere un'idea dell'effetto oggettivo che facciamo con un determinato completo.

Mi sembra un ottimo modo per utilizzare le nuove tecnologie, tanto più che si può comunque rimanere anonimi, evitando di fotografarsi il viso e utilizzando tranquillamente dei nickname. Pensato in questo modo il guardaroba ha un'aria tutt'altro che noiosa, soprattutto quando viene il momento di riordinarlo! Buon divertimento allora con i saldi e con le fotografie!

  • shares
  • Mail