Come si bacia: tanti modi per "limonare"

Tempo fa ci interrogavamo sull'origine dell'espressione "bacio alla francese" e sul conseguente uso della lingua nel classico bacio appassionato. E' bene sapere che nonostante la presunta origine francese del termine e dell'attività connessa per gli americani (almeno secondo quanto sostenevano quelli di Ayushveda), esistono tanti altri modi per riferirsi al bacio con la lingua: ogni parte del mondo infatti chiama in modo diverso questa pratica, considerata da alcuni ancora "licenziosa e volgare".

Tanti modi dunque per "limonare", che è forse il termine italiano più utilizzato: in Nuova Zelanda e in Australia gli innamorati fanno "pashing", probabilmente perchè "spinti dalla passione"; in India, guarda un po', si baciano invece "all'inglese"; in Gran Bretagna fanno "snogging", cioè pomiciano (probabilmente gli inglesi non distinguono fra un semplice bacio e toccamenti vari, se c'è uno ci sono anche gli altri!).

In Bosnia invece pare che "mastichino"; in Irlanda si "trasferiscono" (nella bocca dell'altro probabilmente); alle Maldive il calore aumenta la passione e gli innammorati addirittura si "succhiano la bocca"; in Sudafrica vanno ancora più giù, infilandosi "la lingua nei polmoni"; in Islanda semplicemente "si leccano"; in Perù "cacciano" o "pescano". Insomma, è tutta una questione di termini, anche se la sostanza non cambia.

Tutte queste interessanti informazioni sul bacio, si possono trovare nel libro di Joanne Wannan, "Kisstory: A Sweet and Sexy Look at the History of Kissing", che ripercorre la storia e i significati della dimostrazione d'amore più profonda e intima che esista. Ancor più del sesso.

Via | TrèsSugar

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail