Come risparmiare organizzando il matrimonio

A meno che non disponiate di un blasone nobiliare, non vi chiamiate William e Kate (quei William e Kate) o non abbiate a disposizione un consistente patrimonio che vi consenta di spendere e spandere, l’organizzazione delle nozze richiede un po’ di accortezza per risparmiare lì dove si può. Alcuni utili consigli per limare le spese

di fritha

A meno che non disponiate di un blasone nobiliare, non vi chiamiate William e Kate (quei William e Kate) o non abbiate a disposizione un consistente patrimonio che vi consenta di spendere e spandere, l’organizzazione delle nozze richiede un po’ di accortezza per risparmiare lì dove si può. Alcuni utili consigli per limare le spese di qua e di là? Vi sorprenderà scoprire che in effetti il modo c’è, anche se credevate di aver già dato fondo a tutte le idee e selezionato i preventivi meno esosi.

Quando stampate gli inviti da spedire, optate per un solo cartoncino che riporterà tutti i dati necessari, dalla cerimonia al ricevimento fino alla lista nozze, se vorrete dare ai vostri ospiti indicazioni in merito. Basta trovare la chiave giusta per disporre tutti i dati in un solo invito, per risparmiare qualcosa sulle stampe. In ogni caso ricordatevi che l’invito via email o via messaggio, quello no, è ancora decisamente poco delicato. Chissà in futuro, magari.

E i fiori? Di solito rappresentano un vero salasso ma rendono più festosa l’intera cerimonia e il ricevimento degli ospiti al rinfresco. Anziché ridurre al minimo o addirittura rinunciare del tutto al centrotavola optate per bulbi, piante, alberelli che poi potranno essere piantati in giardino o risistemati in terrazzo. Meglio dei fiori recisi destinati alla spazzatura una volta appassiti.

Per quel che riguarda le bevande, non siate troppo munifici. Scegliete voi cosa servire al bar oltre che a tavola, in modo che agli ospiti rimanga la possibilità di scegliere ma che gli amici non diano fondo al vostro conto in banca lasciandosi andare al giubilo da bicchiere. È l’unica alternativa al bar a pagamento, che davvero non sarebbe affatto carino nei confronti degli invitati.

Per il cibo invece si potrà optare per un bel buffet al posto del servizio a tavola che generalmente risulta più costoso. Basta trovare il contesto giusto per organizzare un diverso tipo di ricevimento e nessuno rimarrà scontento, perché il pasto sarà ricco e non ci saranno probabilmente inutili sprechi. Da evitare comunque di risparmiare su ciò che servite. Se sarà di qualità e offrirete varietà, le minori quantità non si faranno affatto notare.

La torta invece, si sa, è irrinunciabile. Ordinatela tenendo conto che solo i 2/3 dei vostri ospiti la mangeranno. Tante persone saranno probabilmente andate via prima del taglio o saranno già pieni e non vorranno assaggiarla neppure. Se poi avrete previsto altri dolci è probabile che la torta vi rimanga tutta lì. E ricordatevi l’arte della negoziazione con i fornitori. Non chiedete sconti, ma contrattate.

Foto | Flickr