Tagli di capelli troppo costosi? Dilaga la tendenza fai-da-te

Pare che negli Stati Uniti sia sempre più diffusa una tendenza che rischia di attentare all’equilibrio estetico delle fashionistas: si tratta del taglio di capelli fai-da-te, sempre più gettonato come rimedio ai costi troppo elevati dei tagli professionali.Il costo medio di un taglio in negozio si aggira in America intorno ai 45 dollari, ma i

di olivia

Pare che negli Stati Uniti sia sempre più diffusa una tendenza che rischia di attentare all’equilibrio estetico delle fashionistas: si tratta del taglio di capelli fai-da-te, sempre più gettonato come rimedio ai costi troppo elevati dei tagli professionali.

Il costo medio di un taglio in negozio si aggira in America intorno ai 45 dollari, ma i prezzi salgono vertiginosamente in alcuni saloni di bellezza, fino a raggiungere centinaia di dollari. D’altra parte gli hairstylist sostengono che i capelli siano l’accessorio più importante per una donna, una forma di auto-espressione da cui non si può prescindere, che rappresenterebbe non solo un’estetica impeccabile, ma anche una certa dose di personalità.

Ma se la crisi economica è tale e risparmiare è diventato un obbligo, qualcosa si dovrà pur fare per curare sì i propri capelli, ma senza spendere cifre esorbitanti: così piovono su Youtube video-tutorial per realizzare tagli e acconciature fai-da-te, senza ricorrere al parrucchiere.

Si tratta infine di una forma di protesta silenziosa che mira a far abbassare i prezzi dei negozi: d’altra parte io non penso che anche le più pratiche di tagli fai-da-te siano immuni dal fascino che esercitano le mani di un hairstylist sui loro capelli…E secondo me tutte le “protestanti” non vedono l’ora di poter mettere piede dal parrucchiere.

Soltanto una domanda dunque: chi lo farebbe tra noi? Giudichiamo anche in Italia i tagli professionali troppo costosi??Saremmo pronte a inscenare proteste simili?? Personalmente non lo farei…non fosse altro perchè combinerei immani disastri sui miei poveri capelli!!

Via | MyDaily