Royal wedding: le imitazioni in Asia

asian wedding

Chi sperava che il matrimonio dell’anno fosse ormai archiviat e ci si potesse concentrare su altro, o magari sul proprio, sbagliava perché gli strascichi che ne derivano e ne deriveranno ancora a lungo saranno tanti e saranno più lunghi di quello dell’abito da sposa di Kate Middleton, invero assai modesto in estensione, come in molti hanno voluto precisare. Oltre alle inevitabili imitazioni dell’anello di fidanzamento con zaffiro blu e dell’abito da sposa cui molti atelier stanno già studiando come ispirarsi, anche lo stile della cerimonia reale è stato prontamente copiato. In Asia. Per la precisione in Cina.

Carrozza e soldati in alta uniforme, sciabole e cavalli bardati, lusso estremo tanto da cadere pericolosamente nel kitsch e tutto quanto possiate immaginare come la più pedissequa, appariscente, esagerata imitazione. Sembra che sia un trend in netta crescita e non ci aspettavamo niente di diverso in linea di massima, anche se è sempre preferibile adattare al proprio stile le proprie nozze senza copiare quelle altrui, per quanto fiabesche possano essere.

Che ne pensate? Vale la pena mettere in scena un matrimonio principesco senza avere un principe vero che possa pagarne il conto? Non vale rispondere che il vostro principe azzurro è più nobile d’uno di gran casato. A meno che non abbia un conto in banca paragonabile a quello di un reale, s’intende.

Via | Gizmodiva

  • shares
  • Mail