Il diario di Carrie: ne sentivamo il bisogno?

sarah jessica parker con il marito matthew broderick

Ogni tanto faccio mi preparo una gran quantità di pop corn e mi metto a guardare per la centesima volta le puntate di Sex and the city, in ordine sparso. Sarà per questo mio atteggiamento random che mi capita di beccare ancora episodi a me sconosciuti. Stranamente, considerando quanto mi sono appassionata alle storie delle amiche, non ho mai avuto voglia di leggere i libri di Candace Bushnell. Forse per paura di una delusione.

A volte, ma solo a volte, infatti, le riduzioni cinematografiche e televisive sono migliori dei testi da cui sono state tratte. Hanno più verve, più ritmo e nel caso delle serie ad episodi ti impegnano per molto più tempo di quello che spenderesti leggendo il romanzo. Per quanto riguarda invece Il diario di Carrie, edito da Piemme, che narra le vicende di Carrie al liceo, quando non era ancora famosa, ammetto di essere indecisa.

Non che sentissimo il bisogno, secondo me, di questo prequel. Tuttavia, data la mia età, io sono una di quelle telespettatrici che ha conosciuto Sara Jessica Parker proprio quando recitava in una serie televisiva ambientata al liceo. Si chiamava Zero in condotta. Ve la ricordate? Sono perciò curiosa di sapere se la Bushnell, visto che ormai Carrie è Sarah, ha deciso di ricalcare la giovane protagonista sul suo vecchio personaggio televisivo. Che mi dite, Pinkies che avete già letto il libro, lo ha fatto?

Avevo dodici anni ed ero appena entrata in un periodo di goffaggine totale. Avevo le gambe secche, due brufoli enormi, i capelli crespi ed ero piatta come una tavola da surf. Come se non bastasse, portavo gli occhiali e avevo sempre sotto braccio una copia distrutta di Parliamo di me?, di Mary Gordon Howard. Il femminismo era la mia ossessione. Mia madre stava ristrutturando la cucina dei Kydd, ed eravamo passati da loro a controllare l’andamento dei lavori. All’improvviso Sebastian apparve sulla soglia e, senza un perché, io me ne uscii con la frase: "Mary Gordon Howard sostiene che la maggior parte dei rapporti sessuali può essere classificata come stupro".

Candace Bushnell
Il diario di Carrie
Piemme
Pagine 406
Prezzo € 16,50
ISBN 978-88-566-0507-5

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail