• Moda

Dimmi che scarpe usi e ti dirò chi sei

O quasi. Insomma, non saprei effettivamente cosa pensare di chi indossa i modelli di Taylor Reeves. Forse però dipende dal fatto che non sono assolutamente competente in materia. Quando sento dire che le scarpe sono fondamentali per valutare la persona che hai di fronte non riesco ad annuire.Mi sembra assolutamente sminuente nei confronti dei singoli


O quasi. Insomma, non saprei effettivamente cosa pensare di chi indossa i modelli di Taylor Reeves. Forse però dipende dal fatto che non sono assolutamente competente in materia. Quando sento dire che le scarpe sono fondamentali per valutare la persona che hai di fronte non riesco ad annuire.

Mi sembra assolutamente sminuente nei confronti dei singoli esseri umani. Eppure non per tutti è così. Ricordate Emily in Il diavolo veste Prada, costretta a lavorare per Miranda-Anna Wintour? Per amore del suo lavoro rinuncia alle sue comodissime scarpe e indossa stivali e plateau che la torturano. Voi lo fareste?

Mi chiedo perché un tacco a spillo dovrebbe comunicare al collega dell’ufficio o alla persona che ho di fronte che sono una persona di carattere, mentre un paio di scarpe comode (comode, non ortopediche!) dicono l’esatto contrario. Forse perché chi usa i tacchi a spillo è capace di soffrire per raggiungere un obiettivo? Che mi dite, care Pinkies? Possiamo misurare la forza, la competenza, la dedizione al lavoro da un paio di scarpe?

Foto | Flickr