Le torri gemelle cinesi più alte del mondo: Phoenix Towers progetto di Chetwoods Architects

Le Phoenix Towers saranno le torri gemelle più alte al mondo, questo il progetto immaginato da Chetwoods Architects a Wuhan, in Cina

Wuhan è la città più popolosa della Cina Centrale ed è considerata il nuovo motore economico cinese. Proprio qui è prevista l’attuazione di un maestoso progetto studiato da Chetwoods Architects per Hua Yan Group: la riqualifica di ben 47 ettari di terreno e la costruzione delle torri gemelle più alte al mondo, le Phoenix Towers.

Lo skyline e l’urbanizzazione di Wuhan, anche detta la “Città dei mille laghi”, è quindi destinata a cambiare radicalmente da qui ai prossimi anni, rispondendo più fedelmente al nuovo ruolo di volano economico favorito dalla sua posizione strategica (è il punto di incontro e unione di 9 province). Non solo, il progetto è anche votato al rispetto ambientale e all’eco design, valori nuovi per l’architettura cinese ma orami diventati un’urgenza.

Le due torri, cui è stato dato nome Feng e Huan, rispondono ai princìpi dello yin e yang, rappresentando la perfetta unione maschile e femminile con una dualità che si completa vicendevolmente. La torre Feng, che si affaccia sulla zona commerciale, utilizza una tecnologia all’avanguardia per alimentare la torre Huang, esposta verso l’area culturale e ricreativa, con energia rinnovabile.

Il rivestimento delle torri è in fotovoltaico leggero di ultima generazione, in più nel progetto è prevista l’installazione di camini termici, turbine eoliche, sistemi di raccolta e riciclaggio dell’acqua, caldaie a biomassa in grado di riciclare i rifiuti. Tutto questo rende energeticamente autonome le Phoenix Towers, le quali contribuiranno anche al fabbisogno del quartiere circostante.

A livello estetico l’unica differenza riscontrabile fra le due è l’altezza: la torre maggiore svetterà fino ai 1000 metri, mentre per il resto i due imponenti edifici manterranno una struttura gemella. L’ispirazione delle linee è un po’ futuristica (il chiaro riferimento è alle imprese spaziali), ma in verità ricordano anche la struttura slanciata della Torre Eiffel di Parigi.

Le Phoenix, come già detto, sono solo la punta di diamante di un progetto di più ampio respiro che coinvolgerà il novello quartiere della “Super City”, il quale verrà arricchito di edifici commerciali, uffici e centri culturali. Vista la monumentalità dei lavori, ancora non è ben noto quando la città verrà riconsegnata ultimata e se ci saranno modifiche in corso d’opera.

Nell’attesa di nuove informazioni, a noi non resta che attendere.

Via | Chetwoods Architets