Fremenies o enemends: amiche o nemiche?

duelAmiche o nemiche? O aminemiche? I rapporti tra donne, si sa, possono essere estremamente complicati e non è raro sentire di ragazze che trovano più facile tenersi stretto un amico uomo che non un'amica, con cui nascono spesso incomprensioni, gelosie, ripicche e piccole competizioni che sciupano ogni cosa. Nessuna di noi ne è esente, virtualmente una qualunque delle nostre amiche può essere una nemica. E viceversa, per strano che ci paia: perché le nostre nemiche, diciamo così, sono tali molto spesso solo per circostanze specifiche (per esempio è l'ex del nostro attuale compagno). In altre circostanze probabilmente saremmo state amiche per la pelle.

Secondo Scientific American i rapporti con i cosiddetti frenemies o anche enemends, che sono entrambi fusioni delle parole friends (amici) ed enemies (nemici) possono essere poco salutari ma di contro è anche possibile che sviluppino una sorta di istinto a migliorarsi, nella più sana delle competizioni, non foss'altro che per essere all'altezza della situazione. D'altro canto però diversi studi hanno dimostrato che le persone che ritengono di avere accanto persone ambivalenti, che considerano amici ma non fino in fondo persone di cui potersi fidare completamente, sviluppano con più facilità sintomi dello stress, pressione sanguigna più alta e soprattutto quel senso di sospetto che rovina ogni relazione. Voi avete nella vostra cerchia qualche aminemica? E come gestite la situazione?

Via | TheHairpin

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail