Gambe stanche? Ecco i rimedi



Sedute alla scrivania, tutte concentrate davanti al computer o impegnate in una telefonata dietro l’altra, molte donne trascorrono ogni giorno diverse ore di fila senza cambiare posizione…e a volte l’ergonomia è un lontano miraggio. Risultato? La sera i piedi sono gonfi e doloranti, e poiché al loro benessere è collegata la corretta circolazione delle gambe, anch’esse ne risentono. Lo stesso inconveniente può capitare se per lavoro si deve stare a lungo ferme in piedi.

Per i rimedi anti-gonfiori bastano alcuni piccoli accorgimenti e vedrete che gli effetti sgradevoli di un lavoro troppo sedentario si neutralizzeranno.

Quali?

Usare scarpe studiate appositamente per favorire la circolazione, che assicurano alle estremità il massimo comfort. Ogni tanto, quando siete sedute, fate esercizio di stretching ai piedi: sollevate velocemente il tallone e la punta di ciascuno in modo alternato.

Vietato accavallare le gambe per periodi di tempo prolungato: questa posizione rende ancora più difficoltosa la circolazione di ritorno. Procuratevi, se potete, un poggiapiedi da tenere sotto la scrivania, in modo da poter tenere i piedi leggermente sollevati rispetto al suolo.

Allungare le gambe per qualche minuto in posizione orizzontale, appoggiando i piedi a una sedia: è di grande beneficio. Anche se siete super impegnate, ricordatevi di fare una pausa ogni tanto per sgranchirvi le gambe. Se, invece, svolgete delle attività che vi obbligano a stare molte ore in piedi, ogni tanto sollevatevi sulle punte: in questo modo faciliterete la risalita del sangue prevenendo gonfiori alle estremità. Infine, spostate il peso da una gamba all’altra ogni 2-3 minuti per evitare di irrigidire la postura e affaticare la circolazione.

Una volta a casa si possono eseguire degli ottimi esercizi che contribuiscono a mantenere i piedi flessibili e sani contrastando i gonfiori: distese comode sul letto o su un tappeto fate la “bicicletta”. Quindi flettete e distendete più volte le caviglie ed eseguite delle rotazioni prima in un senso poi in un altro. Infine, stringete le dita dei piedi come per afferrare qualcosa e rilassatele diverse volte di seguito.

  • shares
  • Mail